21 Settembre 2020
Area articoli

Gesù ha inaugurato intorno a sé una fraternità particolare e universale: il terzo incontro per catechisti a Pretaro

12-02-2019 20:48 - VITA PARROCCHIALE
Lunedì 11 febbraio, presso la parrocchia Maria ss.ma Madre di Dio, si è tenuto il terzo incontro di formazione interparrocchiale per catechisti e operatori pastorali dal titolo "incontrare Cristo per farlo incontrare ad altri". Il relatore è stato padre Miroslav Buszek, e il tema "Gesù ha inaugurato intorno a sé una fraternità particolare e universale".
Queste conferenze, ha spiegato padre Miro, sono un valido aiuto per conoscere Cristo e per annunciarlo agli altri, ma non basta farlo solo 'a parole', occorre suffragare questo incontro con i fatti. Entrato, poi, nel merito del convegno, "la fraternità di Gesù", ha specificato che si è fratelli se si appartiene agli stessi genitori: come possiamo, quindi, essere fratelli di Cristo? Lo siamo perché la fratellanza cristiana ha il suo fondamento nella paternità di Dio, che ci ha voluti e ci ha creati. Il relatore ha continuato sottolineando che per il cristiano Dio è un padre che è in relazione con ciascuno di noi, che a nostra volta siamo reciprocamente interlocutori con Lui e questa relazione è possibile grazie alla morte e alla resurrezione di Cristo. Padre Buszek ha sottolineato che in forza del Battesimo i cristiani sono fratelli in Cristo, è l'incorporazione a Lui che rende autentica la fraternità, anche se da sola non basta ma deve essere rafforzata con la partecipazione assidua al banchetto eucaristico, che è la tavola di famiglia.
Dopo un breve dibattito di approfondimento sul tema, prima dei saluti, don Michele Giulio Masciarelli, parroco di Santa Maria Maggiore, ha aggiunto che l'autentica "confidenza fraterna" sta nel sacramento dell'eucaristia. Ecco perché occorre partecipare sempre alla Santa Messa, ecco perché la pratica sacramentale è messaggio ben più forte nell’opera catechistica; ma non solo: occorre anche il perdono che rende gioiosa la fraternità cristiana. Ha concluso il suo intervento dicendo che per spiegare la fraternità sacramentale serve anche riferirsi ad un Battesimo di desiderio, e al fatto che Dio vuole (desidera) che tutti gli uomini si salvino, ed è per questo che suo Figlio è morto per noi.
Il prossimo incontro ci sarà lunedì 11 marzo presso la parrocchia dei Santi Angeli Custodi, alle ore 21.00. Il tema, “Perché, figli nel Figlio, avremo un’eredità filiale”, e il relatore sarà don Andrea Sciascia.


Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio