24 Settembre 2020
Area articoli

«La sera della nostra vita saremo giudicati sull’amore» (San Giovanni della Croce)

01-09-2019 09:53 - VITA PARROCCHIALE
Carissime e carissimi membri della “Caritas parrocchiale”!

1. Dopo un anno di necessaria esperienza formativa, esplorativa e conoscitiva dell’ambiente, per trovare e conoscere i poveri della nostra Parrocchia, all’inizio del nuovo Anno Pastorale 2019-2020, siamo a riprendere il nostro camino sulla cura delle famiglie povere e dei singoli poveri, operando con discrezione, pietà, amore grandi, non dimenticando che essi sono la parte nobile della Chiesa e, dunque, anche della nostra Comunità parrocchiale.

2. Ringrazio tutti voi per il Cammino formativo compiuto con la partecipazione agli incontri da me organizzati e tenuti all’inizio dello scorso Anno Pastorale, a quelli organizzati dal nostro Diacono, prof. Giuseppe Spoto, a quelli voluti dal Centro-Diocesi e agli altri eventi ai quali siete stati invitati.

3. Vi ringrazio inoltre per aver individuato nel territorio della nostra Parrocchia sorelle e fratelli bisognosi di aiuto, per quanto avete potuto fare per soccorrerli e per aver organizzato, con l’aiuto fattivo di don Angelo, la “Bacheca dei poveri”, sebbene da perfezionare, della nostra “Caritas”.

4. Carissime e Carissimi! Ricominciamo, con generosità e spirito di servizio, proponendoci di raggiungere i seguenti obiettivi, che umilmente ci proponiamo, affidandoci all’aiuto di san Camillo De Lellis, protettore della nostra “Caritas”:

A. Sviluppare il nostro percorso formativo.

B. Continuare a scoprire e ad ascoltare le condizioni di vita di altri poveri.

C. Dare una cadenza sobriamente periodica ai nostri incontri.

D. Migliorare i contatti e concretizzare aiuti possibili, comunque più metodici, nei confronti della “Casa di Nazaret”, presente nella nostra Parrocchia, in Via san Bernardino.

E. Trovare nuove modalità per reperire cibo, vestiario e quanto serve al soccorso dei poveri e cercare di arrivare all’apertura di un piccolo “Banco alimentare”.

F. Esplorare, insieme, i modi per avere una presenza attiva sul territorio al fine di esprimere una spinta stimolatrice soprattutto per migliorare e arricchire l’offerta dei servizi sociali e culturali, specie nella parte alta del Paese, collegandoci con gli Assessorati competenti del Comune e anche con altre Organizzazioni che già si propongono obiettivi simili.
G. Organizzare, nel mese di Novembre, la “Festa degli anziani”, insieme all’Azione Cattolica Parrocchiale, come segno di amorosa attenzione e a tutti loro.

H. Realizzare nell’anno almeno un evento pastorale, da scegliere insieme, fra tutti i Gruppi pastorali della Parrocchia.

I. Quest’ultimo punto è fra quelli cui più tengo: vivere l’intera vita parrocchiale, soprattutto partecipando alla “Messa solenne” della Domenica, alle ore 10.30

Buon lavoro pastorale, Carissime e Carissimi, raccomandandoci a Gesù il Pastore primo delle nostre anime, alla Santa Vergine che stiamo imparando a chiamare col titolo carissimo, la Gloriosa, a san Franco, Patrono della nostra Città e a san Michele Arcangelo.

Con schietta amicizia e molto affetto fraterno e paterno
.


Fonte: Michele Giulio Masciarelli

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio